Serie D: una sconfitta ... dolce !

Parlare oggi della partita ? strano. Bisognerebbe fare un duplice distinto commento. Quello dei 90' di gioco in campo. E quello delle "azioni dirigenziali". Ma partiamo dal primo. Le due squadre viste oggi al Torrini sono scese entrambe in campo per un unico obiettivo: vincere la partita. La Sestese parte abbastanza forte, ma di occasioni da rete non se ne vedono. Anzi, la prima occasione ? da parte del Fo.Ce.Vara, con un calcio di punizione da oltre 30 metri, splendidamente respinto dal rientrante Frassineti. Di azioni da rete, per tutto il primo tempo, se contano veramente poche, anche se in un paio di occasioni il guardalinee lungo la tribuna scoperta ha fermato in maniera molto dubbia Giannoni lanciato a rete. Nel secondo tempo il Fo.Ce.Vara, forte anche del suo organico, prova a spingere in maniera pi? decisa ed il baricentro del gioco si sposta principalmente nella met? campo rossobl?. Solo un'ottima giornata della difesa orfana dello squalificato Firicano, ha permesso di reggere l'urto. Difesa per? scardinata al minuto 81', quando Caverzan dal limite dell'area batte su punizione l'incolpevole Frassineti. La partita sostanzialmente si conclude qui, anche perch? la Sestese non ha la forza fisica per riagguantare il risultato. Ma veniamo alla "seconda gara". Quasi nessuno si ? accorto al minuto 37? del secondo tempo, che di fatto la partita "era finita". Infatti la distratta panchina ospite ha fatto una sostituzione "azzardata", togliendo dal campo un 1985 per inserire un 1983. In effetti ne era rimasto un altro, ma cos? facendo veniva meno il numero di ragazzi nati nel 1984, essndoci in quel momento in campo due 1983, un 1984 ed un 1985. La dirigenza sestese da parte sua ha provveduto a fare reclamo ed ora tutto ? in mano del Giudice Sportivo. E se tutto va come deve andare, la sconfitta di ieri diventa una vittoria importante (sia per il morale che per la classifica).

noleggio csen